Archivio Accredia

ACCREDIA - L'Ente italiano di accreditamento

Tipologia Fondo
Data cronica 2007 - 2018

Storia istituzionale/Biografia

ACCREDIA, completa l’iter di definizione quale Ente Unico nazionale di accreditamento riconosciuto dal Governo italiano il 22 dicembre 2009 e inizia ad operare sotto la vigilanza del Ministero dello sviluppo economico che ne dà ufficiale comunicazione il 30 aprile di quell’anno. Autorizzato a rilasciare accreditamenti agli organismi di certificazione ed ispezione, ai laboratori di prova e ai laboratori di taratura per la valutazione della conformità di prodotti, sistemi, dispositivi di misura con riferimento agli standard internazionali ed europei di riferimento. I soci di ACCREDIA sono oggi 67 e rappresentano tutte le parti interessate all'accreditamento e quindi alle attività di valutazione della conformità svolte da Organismi di certificazione e labratori. Tra i soci sono da annoverare nove ministeri, 13 organizzazioni imprenditoriali, le associazioni degli Organismi di certificazione e ispezione e dei laboratori di prova e taratura, le imprese fornitrici di servizi di pubblica utilità come ENEL e Ferrovie dello Stato, i due enti di normazione nazionali UNI e CEI, le associazioni dei consulenti, le associazioni dei consumatori e 7 enti pubblici di rilievo nazionale. A livello internazionale ACCREDIA è membro di EA - European Co-operation for Accreditation, IAF - International Accreditation Forum e ILAC - International Laboratory Accreditation Co-operation.
Con ACCREDIA l’Italia si è adeguata al Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 765 del 9 luglio 2008 che, dal 1 gennaio 2010 è applicato per l’accreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La sua nascita deriva dalla fusione di SINAL e SINCERT, alla quale successivamente si unisce SIT e arriva a compimento dopo un lungo e non lineare processo di unificazione i tre enti hanno fatto confluire le loro competenze e attività nei tre dipartimenti di: certificazione e ispezione, laboratori di prova, laboratori di taratura.
 

Storia archivistica

ACCREDIA nasce a seguito della fusione di SINAL e SINCERT divenendo l’Ente Unico nazionale per l’accreditamento dei Laboratori di prova e degli Organismi di certificazione. Il 22 dicembre 2009 con decreto interministeriale ACCREDIA è designata unico organismo di accreditamento nazionale e quando il 18 giugno 2010 sigla la convenzione con INRIM si completa con il Dipartimento di taratura. ACCREDIA riunendo i principali soggetti istituzionali, scientifici e tecnici, economici e sociali che hanno interesse nelle attività di accreditamento e di certificazione diviene per l’Italia e per il mondo il punto di riferimento in ambito normativo e tecnico.
La sua nascita è, dunque, strettamente legata al lungo processo di fusione tra SINAL e SINCERT prima e con SIT poco dopo; le carte testimoniano questo processo sono state inserite in capite a quelle che effettivamente riguardano l’Ente a partire dalla sua nascita. Nella serie “Documenti fusione” sono infatti conservati quelli relativi la fusione tra SINCERT e SINAL, a partire dal resoconto del “Tavolo interconfederale SINCERT” del 17 dicembre 2007 all’accordo di fusione con SINAL del 5 giugno 2009. Qui è stato inserito anche un “Promemoria FIDEA” allegato ad alcune comunicazioni di Antonio Paoletti di SINAL, del 24 giugno 2008, perché riferiscono la sua ferma volontà di costituire un ente unico ribadendo la necessità di realizzarlo. Seguono, distribuiti per serie, i documenti essenziali e più rappresentativi per ricostruire i suoi inizi e per tracciarne i fatti salienti.

 

Criteri di ordinamento

La documentazione ha la consistenza di 1 busta ed è stata suddivisa in 5 serie: Documenti fusione (3 fascc. - 7 docc.) 2007 – 2009; Atti costitutivi (2 docc.) 2009; Avvio dell’ente (25 docc.) 2009; Relazioni annuali (9 docc.) 2009 – 2018; Comunicazioni (5 docc.) 2009.

Unità di conservazione

Unità di conservazione
Busta
Numero / i
1
Titolo
ACCREDIA

Ente

Inventario